Notice: Undefined index: arturo in /home/artupanett/domains/arturu.it/public_html/v/computer/index.php on line 2
Computer
23 May 2019 - 17:47--=[Computer]=----=[Computer]=----=[Musica]=----=[Musica]=----=[Geometra]=----=[Geometra]=----=[Download]=----=[Download]=----=[Link]=----=[Link]=----=[Articoli]=----=[Articoli]=--
Indice Computer Computer/ Programmazione/ C++/


IngranaggiL'estrema versatilità ed il nitido carattere simbolico fanno il C++ uno dei linguaggi di programmazione più conosciuti ed usati al mondo. L'innovazione apportata dal ricercatore della Bell Laboratories della At&T Stroustroup, che per la prima volta ha introdotto in modo organico la programmazione orientata agli ogetti (OOP), unita ad una naturale estensione sia verso alti che bassi livelli fanno il C++ un linguaggio di programmazione prootipo e punto di riferimento di quelli che sono conosciuti come linguaggi puri, in una sola parola si può parlare dell'attuale paradigma della programmazione.
Concepito in modo strutturato come il pascal, rispetto al quale sono state eliminate le verbosità (il che ne fa comunque un utile strumento didattico), aggiunge al padre C la OOP ed eredita a Java la stessa struttura decretandone uno standard di fatto per la programmazione "tradizionale".
Oggi, la conoscenza approfondita di C++ assicura l'individuazione della soluzione di un'ampia casistica di problemi; compito facilitato dalla presenza della numerosa comunità di sviluppatori C++ (che si espande rapidamente e trasversalmente sulle principali piattaforme unix/linux e windows) e dei molteplici gruppi di discussione sorti attorno ad essa. Inoltre, offre la possibilità di migrare facilmente verso qualsiasi altro linguaggio, grazie alla completa formazione sulla programmazione che la sua conoscenza garantisce.


Capitolo 1 - Introduzione ai linguaggi orientati agli oggetti.

  1. Prerequisiti
    Terminoligia

  2. Perchè usare un linguaggio orientato agli oggetti?
    Terminologia dei linguaggi orientati agli oggetti

  3. Storia
    Linguaggi procedurali - La crisi del software

  4. Supporto alla strutturazione e al test dei programmi
    Supporto alla strutturazione e al test dei programmi

  5. Il processo di traduzione del linguaggio
    Interpreti - Compilatori - Il processo di compilazione

  6. Utilità degli oggetti
    Creazione di entità multiple - Astrazione dei dati - Organizzazione del codice

  7. Ereditarietà
    Sforzo di conservazione - Creazione di programmi estensibili - Overloading

  8. Passaggio alla programmazione a oggetti
    Apprendimento del C++

  9. Caratteristiche di un linguaggio orientato agli oggetti
    Caratteristiche di un linguaggio orientato agli oggetti

  10. Sommario: le attività della programmazione orientata agli oggetti
    Come il C++ supporta la programmazione orientata agli oggetti

  11. Note riguardanti Smalltalk
    Note riguardanti Smalltalk

  12. Un C migliore
    Un C migliore

Capitolo 2 - Utilizzo di classi predefinite

  1. Strumenti per la compilazione separata
    Dichiarazioni e definizioni - Linking - Uso delle librerie

  2. Il primo programma in C++
    Utilizzo delle classi iostream - Aspetti fondamentali della struttura di un programma - Ciao, mondo! - Esecuzione del compilatore - Strategie di traaduzione del C++

  3. Make: uno strumento essenziale per la compilazione separata
    Compiti di Make - File di make utilizzati

  4. Ulteriori informazioni sulla classe iostream
    Concatenazione di stringhe - Lettura di caratteri di input - Seplice manipolazione di file

  5. Controllo di flusso in C/C++
    Vero e falso in C - If else - While - DoWhile - For - Le parole chiave Break e continue - Switch

  6. Introduzione sugli operatori del C e del C++
    Precedenza - Autoincremento e autodecremento

  7. Uso dello Standard I/O per una semplice gestione di file
    Programma ''cat'' - Gestione di buffer in input

  8. Programmi di utilità che usano iostream e Standard I/O
    Pipe - Programma di analisi di un testo - Sostituzione di caratteri di tabulazione - Gestione di file mediante la classe iostream

  9. Notazione per i commenti
    Notazione per i commenti

  10. Makefile per gli esempi usati
    Makefile per gli esempi usati

  11. Sommario
    Sommario


Capitolo 3 - Creazioni di classi in C++

  1. Introduzione ai tipi di dati in C++
    Tipi di dati predefiniti di base - Qualificatori

  2. Visibilità delle variabili
    Definizione di variabili

  3. Allocazione di memoria
    Variabili globali - Variabili locali - static - extern - Costanti - volatile

  4. Operatori e loro uso in C/C++
    Assegnamento - Operatori matematici - Operatori relazionali - Operatori logici - Operatori di manipolazione di bit - Operatori di scorrimento - Operatori unari - Operatore condizionale o operatore ternario (? :) - L'operatore virgola - Errori comuni nell'uso degli operatori - Operatori di conversione tipo - Operatore sizeof()

  5. Creazione di funzioni in C e in C++
    Prototipi di funzione - Uso delle funzioni di libreria C - Creazione di una propria libreria usando il programma Librarian

  6. Caratteristiche proprie delle funzioni C++
    Funzioni inline - Overloading delle funzioni in C++ - Argomenti di default

  7. Definizione della classe
    Riflessioni sugli ogetti - Dichiarazione e defnizione - Costruttori e distruttori (inizializzazione e distruzione)

  8. File header
    Librerie di funzioni e compilazione separata - Prevenire la ridichiarazione di classi

  9. Definizioni di funzioni membro di una classe
    L'operatore :: - Chiamate di altre funzioni membro - Funzioni amiche: accesso agli elementi privati di alre classi

  10. Altri costrutti simili alla classe
    Le strutture: classi in cui tutti gli elementi sono pubblici - Rendere più chiari i programmi mediante i tipi enumerati - Risparmio di memoria con le unioni

  11. Funzioni membro di tipo static
    Funzioni membro di tipo static

  12. Funzioni membro di tipo const e volatile
    Ogetti di tipo const - Funzioni membro di tipo const - Ogetti di tipo volatile e funzioni membro

  13. Consigli per il bedugging
    Flag di debugging - Convertire un nome di variabile in una stringa - La macro ANSI C assert() - Tecniche di debugging combinate

  14. Stile di formattazione
    Stile di formattazione

  15. Makefile per gli esempi del capitolo
    Makefile per gli esempi del capitolo


Capitolo 4 - Puntatori e riferimenti

  1. Indirizzi come caselle postali
    Indirizzi come caselle postali

  2. Puntatori
    Uso dei puntatori negli array - Funzioni che modificano i propri argomenti - Accesso alla memoria - Allocazione dinamica della memoria

  3. Uso di puntatori e indirizzi
    Aritmetica dei puntatori

  4. Puntatori a variabili
    Puntatori void

  5. Puntatori ad array
    Numerazioni negli array - Inizializzazione degli aggregati - Array di puntatori

  6. La dimensione di un puntatore (modelli di memoria)
    Puntatori far - Esempi di dimensioni di puntatori

  7. Indirizzi di funzioni
    Definizione di un puntatore a funzione - Dichiarazioni e definizioni complesse - Uso di un puntatore a funzione - Array di puntatori a funzioni

  8. Esempi di uso di un puntatore
    Statistiche sui caratteri contenuti in un file - Passaggio di argomenti di dimensione sconosciuta - Funzioni che modificano i parametri attuali - Passaggio di strutture e di puntatori a ogetti - Esame del contenuto di un float

  9. Riferimenti
    Uso dei riferimenti in C++ - Sintassi dei riferimenti - Perchè i riferimenti sono essenziali - Riferimenti indipendenti - Significato del ritorno di un indirizzo - Puntatori e riferimenti ad ogetti - Riferimenti membri di una classe

  10. Quando usare i riferimenti
    Vantaggi dei riferimenti - Problemi con i riferimenti - Indicazioni per il passaggio di argomenti

  11. Makefile per gli esempi del capitolo
    Makefile per gli esempi del capitolo


Capitolo 5 - Overloading delle funzioni e degli operatori

  1. Sintassi dell'overloading degli operatori
    Sintassi dell'overloading degli operatori

  2. Esempi di overloading degli operatori
    Una classe matematica

  3. Overloading complesso degli operatori
    Dimensioni multiple con operator[] - Overloading dell'operatore virgola - Puntatori intelligenti - Il costruttore di copia e l'operatore operator=() possono essere creati dal compilatore

  4. Creazione di propri operatori di conversione tipo
    Problemi con troppe conversioni tipo - Consigli di progettazione per la conversione tipo

  5. Esempio: personalizzazione delle funzioni iostream
    Esempio: personalizzazione delle funzioni iostream

  6. Scegliere funzioni amiche o membro per l'overloading degli operatori
    Scegliere funzioni amiche o membro per l'overloading degli operatori

  7. Overloading delle funzioni
    Acquisire l'indirizzo di una funzione overloaded - Type e Safe Linkage

  8. Makefile per gli esempi del capitolo
    Makefile per gli esempi del capitolo


Capitolo 6 - Creazione di ogetti a tempo di esecuzione

  1. Il pregiudizio di alcuni popolari linguaggi
  2. Creazione dinamica di oggetti
  3. Oggetti di dimensione arbitraria
  4. Il meccanismo di creazione dinamica degli oggetti
  5. Cambiare il comportamento di new e delete
  6. Errori comuni nell'allocazione dinamica della memoria
  7. Uso dei riferimenti con l'allocazione dinamica della memoria
  8. Posizionamento di oggetti in specifiche locazioni di memoria
  9. Makefile per gli esempi del capitolo

Capitolo 7 - Reimpiego di codice in C++

  1. Sintassi per la composizione e l'ereditarietà
  2. Esempi di composizione ed ereditarietà
  3. Reimpiego di codice con l'ereditarietà
  4. Memorizzazione di ogetti su disco
  5. Una lista che può salvare e ricaricare se stessa
  6. Accesso agli elementi della classe base
  7. Ereditarietà multipla
  8. Makefile per gli esempi del capitolo

Capitolo 8 - Scrittura di programmi estensibili

  1. Codifica della gerarchia della classe transportation
  2. Funzioni virtuali
  3. Un sistema di menù estensibile
  4. Classi astratte
  5. Uso delle classi astratte per la simulazione
  6. Costruzione e distruzione
  7. Makefile per gli esempi del capitolo

Capitolo 9 - Argomenti e valori di ritorno

  1. Passaggio per nome, per valore, o per riferimento
  2. Attività nascoste in C
  3. Attività nascoste in C++
  4. Il costruttore di copia X(X&)
  5. Assegnamento di un oggetto
  6. Un esempio di copia profonda: la classe matrix
  7. Mantenere traccia della creazione e della distruzione di oggetti
  8. Ritornare oggetti con *new
  9. Struttura di un interprete orientato agli oggetti in C++
  10. Makefile per gli esempi del capitolo

Capitolo 10 - Classi contenitore e modelli in C++

  1. Contenitori e iteratori
  2. Introduzione ai modelli
  3. Tipi paramezzati definiti per mezzo del preprocessore
  4. Argomenti dei modelli
  5. Modelli e hardware
  6. Membri di tipo static nei modelli
  7. Metodo di registrazione delle funzioni modello
  8. Modelli di funzioni
  9. Modelli ed ereditarietà
  10. Uso dei modelli nelle librerie
  11. Nuova versione del programma Brackets.cpp
  12. Potenza dei modelli
  13. Makefile per gli esempi del capitolo

Capitolo 11 - Esempi

  1. Programmi di utilità riguardanti gli iostream
  2. Elaborazione della linea di comando
  3. TAWK: un semplice interprete di database
  4. Un sistema basato sul clock
  5. Serpenti sullo schermo
  6. Progetti che utilizzano forme grafiche
  7. Makefile per gli esempi del capitolo

Appendice A - Gestione delle eccezioni

  1. Eccezioni in C++

Appendice B - La classe matrix

  1. File standard per la matrice
  2. Miglioramenti per incrementare la velocità
  3. Codice per la classe matrix
  4. Makefile per la classe matrix

Appendice C(++) - Esercizi

  1. In allestimento
--=[Home page]=----=[Home page]=----=[Forum]=----=[Forum]=----=[lingua]=----=[lingua]=----=[Statistiche]=----=[Statistiche]=----=[Cerca in questo sito]=----=[Cerca in questo sito]=----=[Info sul copyright]=----=[Info sul copyright]=----=[Scegli le impostazioni che preferisci]=----=[Scegli le impostazioni che preferisci]=----=[Scrivi al webmaster]=--
vPHPvHTMLvCSS